Non arrivano buone notizie da Napoli,. Whirpool nonostante le richieste del Governo e dei sindacati di posticipare i licenziamenti dei 350 lavoratori dello stabilimento attivando la cig, ha invece deciso di avviare immediatamente le procedure.

Lo ha comunicato nel corso del tavolo convocato questa mattina al Mise dalla viceministra Alessandra Todde, l’ad di Whirlpool Italia Luigi La Morgia. «Siamo consapevoli della nostra scelta – ha spiegato l’ad di Whirlpool – siamo il più grande investitore e produttore di elettrodomestici in Italia, e dopo una lunga riflessione durata una settimana abbiamo deciso che andremo comunque avanti con i licenziamenti collettivi a Napoli».

Dal primo luglio scatterebbero così i licenziamenti per i circa 350 lavoratori dello sito campano.

Open chat