Di seguito un riepilogo delle indicazioni per i datori di lavoro e i lavoratori, aggiornate alla legge 165/2021 in vigore dal 21 novembre, sulle regole nei luoghi di lavoro.

Chi controlla se i dipendenti all’ingresso in azienda hanno il green pass?
Il datore di lavoro oppure uno o più incaricati

Gli esterni devono avere il green pass?
Sì anche i fornitori, e anche chi è in formazione o volontario

Come si devono segnalare le violazioni?
Il datore di lavoro deve informare il Prefetto

Si può chiedere il documento di identità a chi accede al luogo di lavoro?
Sì, in caso di manifesta incongruenza tra i dati anagrafici contenuti nel green pass ed il soggetto che lo esibisce

Il green pass rilasciato a seguito di un tampone deve essere valido per tutta la giornata lavorativa?
No. Il green pass deve essere valido nel momento in cui il lavoratore effettua il primo accesso quotidiano alla sede di servizio

Il datore di lavoro può chiedere la consegna del green pass ai lavoratori?
I lavoratori possono richiedere di consegnare al proprio datore di lavoro copia del proprio green pass, che li esonererà dai controlli quotidiani fino a sua validità

Come deve essere incaricato il responsabile dei controlli in azienda?
L’incarico va dato con una delega scritta

Chi è responsabile dei controlli in azienda deve fare una formazione ad hoc?
Le norme non lo prevedono, ma risulta opportuno

Si possono incaricare dei controlli i vigilantes esterni?
La norma non lo esclude

E se un’ispezione accerta che uno lavora senza green pass?
La sanzione per il dipendente va da 600 a 1.500 euro. Doppia, se la violazione è ripetuta

L’azienda può subire controlli da parte di enti esterni?
Sì, da Asl locale, Ispettorato del lavoro, Forze di polizia, vigili urbani, agenti di polizia e, ove occorra, le forze armate

Il lavoratore senza green pass può essere messo in ferie?
Dal 15 ottobre, scatta l’assenza ingiustificata

Come impatta questa assenza sulla sua busta paga e sui contributi?
I giorni di assenza ingiustificata comportano la perdita della retribuzione e di altro compenso emolumento, comunque denominato, nonché della contribuzione

L’impresa edile deve controllare i lavoratori in subappalto?
Sì, su tutti quelli che entrano in cantiere

L’azienda deve controllare anche i lavoratori somministrati?
È onere del somministratore informare i lavoratori circa la sussistenza delle predette prescrizioni

Se il green pass scade durante l’orario di lavoro?
Il green pass scaduto in corso di prestazione lavorativa non dà luogo alle sanzioni previste, ma la permanenza del lavoratore sul luogo di lavoro è consentita esclusivamente per il tempo necessario a portare a termine il turno di lavoro

In uno studio associato di liberi professionisti, chi controlla?
Il legale rappresentante o un soggetto incaricato

In uno studio di liberi professionisti, chi paga le sanzioni?
Il legale rappresentante come anche la società tra professionisti la quale potrebbe essere tenuta al pagamento in solido

La famiglia deve controllare se colf, badante o baby sitter hanno il pass?
Sì. La sanzione per il datore di lavoro va da 400 a 1.000 euro. Per il lavoratore la sanzione va da 600 a 1.500 euro

Open chat