Nel mese di settembre torna ad aumentare l’occupazione, dopo i cali nei due mesi precedenti. Gli occupati aumentano di 59mila unità (+0,3%) rispetto al mese precedente e di 273mila unità (+1,2%) rispetto a settembre 2020. Lo ha comunicato l’Istat, sulla base dei dati provvisori. Il tasso di occupazione sale al 58,3% (+0,2 punti su agosto).

Rispetto a gennaio 2021, a settembre si registra un saldo positivo di poco più di 500mila occupati, dovuto esclusivamente alla ripresa del lavoro dipendente che cresce di circa 520mila unità.

Rispetto a prima della pandemia (febbraio 2020), il numero di occupati è inferiore di oltre 300 mila unità, il tasso di occupazione e quello di disoccupazione sono più bassi rispettivamente di 0,4 e 0,6 punti, mentre il tasso di inattività è superiore di 0,9 punti.

Open chat