Arrivano delle buone notizie dal mondo dell’impresa, che nell’ultimo trimestre ha visto la “nascita” di circa 80 mila imprese e il calo dei fallimenti.

Secondo quanto riporta l’Istat, l’Istituto nazionale di statistica le registrazioni di nuove imprese hanno registrato un ulteriore incremento congiunturale (+3,2%), dopo quello del trimestre precedente. Sottolineando che, su base congiunturale, rispetto al primo trimestre i fallimenti sono diminuiti (-8,9%), dopo la risalita registrata nei trimestri precedenti.

Al netto della stagionalità, le nuove registrazioni hanno superato i livelli precedenti la crisi scatenata dalla pandemia soltanto in alcuni settori: costruzioni, servizi di informazione e comunicazione, attivita’ finanziarie, immobiliari e professionali.

Infine sembra che le imprese hanno intenzione di fare 526 mila assunzioni a settembre.

Open chat