Notizie Notizie

DiMarco Macri

1 MAGGIO 2021 – Ripartenza e stabilità

È passato un anno dall’esplosione della pandemia da COVID, e purtroppo siamo ancora in una situazione di piena emergenza sanitaria, seguita purtroppo da una crisi sociale ed economica come mai prima dal dopoguerra.

In questi dodici mesi molti lavoratori e lavoratrici hanno riscontrato dei problemi senza precedenti e si sono persi migliaia di posti di lavoro. Ad oggi a pagare di più sono i lavoratori settori del turismo, dell’agricoltura, dell’edilizia e dello spettacolo che per certi versi sono quasi invisibili e le cose potrebbero peggiorare dopo lo sblocco dei licenziamenti.

Nei prossimi mesi assisteremo ad un aggravamento della situazione sociale ed economica, quando le imprese come scritto potranno tornare a licenziare. Senza dimenticare i tavoli di confronto ancora aperti dalla Whirlpool di Napoli che potrebbe costare 400 posti di lavoro ad Alitalia che tutt’oggi non gode di un grandissimo momento anzi la situazione desta preoccupazione.

In un primo maggio ancora privo delle “sue” piazze, l’augurio maggiore è quello di poter tornare presto ad una condizione di normalità, e almeno sul fronte dei vaccini sembrano arrivare delle buone notizie, considerato che nelle scorse ore si è raggiunto l’obiettivo delle 500.000 somministrazioni in 24 ore.

L’auspicio è quello che alla fine della pandemia, si possono ripristinare condizioni di dignità, garanzie, tutele, diritti per tutte e tutti lavoratori e lavoratrici, e fare quel tanto atteso cambio di marcia, cosi da iniziare una nuova stagione di rinnovi contrattuali che restituiscano salari adeguati ad una vita dignitosa.

DiMarco Macri

500 mila vaccinazioni in un giorno, obiettivo raggiunto

L’obiettivo è stato raggiunto e ovviamente c’è grandissima soddisfazione da parte del Generale Figliuolo che nelle scorse settimane è stato quasi deriso per aver promesso 500 mila vaccinazioni al giorno.

Un’accelerazione improvvisa forse perfino inattesa, dal momento che l’obiettivo intermedio delle oltre 400mila somministrazioni non era stato raggiunto nei giorni precedenti. In base ai dati provvisori di Lab24 del 24 Ore, elaborati sui numeri ufficiali del governo, siamo a quota 497.933 vaccinazioni a livello nazionale nella giornata di giovedì 29 marzo. Ma il dato aggiornato atteso nel pomeriggio dovrebbe attestarsi intorno a quota 520mila.

Numerose le regioni che hanno superato il target assegnato. Tra queste spiccano la Lombardia (111.506 vaccinazioni rispetto alle 99mila previste), il Piemonte (46.361 rispetto a 40mila) e il Veneto (47.341 a fronte di un obiettivo regionale di 40mila).

Ora che la soglia delle 500 mila vaccinazioni è stata raggiunta non bisogna cullarsi, anzi si dovrà fare di tutto per mantenere questo ritmo anche nei prossimi giorni.

DiMarco Macri

Whirlpool non torna indietro, a rischio 400 posti di lavoro

Da quanto emerge Whirlpool non avrebbe fatto alcun passo indietro, anzi ha confermato al tavolo convocato al ministero dello sviluppo economico dalla viceministra Alessandra Todde, quello che, purtroppo, è noto da tempo, vale a dire che l’azienda non ha alcuna intenzione di ritornare sulle proprie decisioni in merito al sito di Napoli.

La prospettiva nell’immediato rimane, quindi, la peggiore possibile, il licenziamento collettivo dei circa 400 dipendenti campani che si vanno ad aggiungere agli altrettanti di Riva di Chieri, dove a chiudere è stata una controllata della Whirpool, la Embraco. Una situazione sempre più critica, con i dipendenti dello stabilimento campano che rischiano di fare la fine dei loro colleghi del piemontese: senza ammortizzatori sociali e con le lettere di licenziamento già a inizio luglio.

DiMarco Macri

In calo la nuova occupazione

L’INPS ha presentato dei numeri che non sembrano ammettere delle repliche, per quanto sono drammatici. In termini percentuali, a gennaio 2021 le assunzioni nel settore privato sono calate del 30% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, ma soprattutto sono diminuite del 40% rispetto al mese di dicembre del 2020.

I più penalizzati sono i lavoratori intermittenti, quelli che vengono appunto chiamati quando necessario: con l’Italia in zona rossa o arancione, come era a gennaio, le occasioni di lavoro, evidentemente, non sono state così abbondanti. Calo del 38% anche per quanto attiene ai contratti di lavoro a tempo indeterminato: su questo aspetto potrebbe avere inciso l’attesa per l’entrata in vigore delle agevolazioni previste in legge di bilancio.

Non bene anche i giovani, con l’apprendistato che è crollato del 34% su base annua, mentre i contratti in somministrazione sono quelli che perdono di meno ovvero il 17%.

DiMarco Macri

Nel 2021 la disoccupazione potrebbe arrivare al 17%

Secondo un’analisi, la crisi legata al coronavirus potrebbe portare ad un aumento del tasso di disoccupazione italiano al 17% a fine 2021 e ad un crollo degli investimenti delle imprese di ben 65 miliardi di euro.

Le province con maggiori perdite di lavoro sarebbero quelle turistiche e con una maggiore presenza di settori colpiti dal rallentamento del commercio internazionale. Il tasso di disoccupazione potrebbe raggiungere il 20% a Rimini, il 18% a Prato, il 15% a Venezia, Firenze, Aosta, Livorno, Milano.

A soffrire sarebbero soprattutto province del Mezzogiorno come Messina, Trapani, Vibo Valentia, Catanzaro, Sud Sardegna e Agrigento.

DiMarco Macri

Nel 2020 crollo dei consumi, in molti in difficoltà

Non arrivano dei dati rassicuranti dall’Istat per quanto riguarda i consumi. Secondo l’ultima analisi, “I conti nazionali per settore istituzionale” relativa all’intero 2020, nonostante il sostegno delle misure anti-crisi, il reddito delle famiglie è diminuito del 2,8%, mentre la spesa per i consumi finali è scesa del 10,8%, portando ad un forte aumento del risparmio salito al 15,8% contro l’8,2% del 2019.

Un altro dato poco rassicurante è quello degli investimenti sulle abitazioni, scesi di 5,5 miliardi (-8,4%).

Per quanto riguarda i consumi, le vendite al dettaglio sono aumentate del 6,6% in valore e del 7,2% in volume su base mensile, diminuendo però rispettivamente del 5,7% e del 7% rispetto al febbraio scorso. Il confronto annuo mostra come la flessione sia legata sia alle vendite di generi alimentari (-5,5% in valore e -5,6% in volume) che di beni non alimentari (-6% in valore e -7,8% in volume).

DiMarco Macri

Firmato il nuovo protocollo per la sicurezza sui luoghi di lavoro

Nella giornata di ieri sono stati sottoscritti due fondamentali documenti tra il tra governo e parti sociali. Il primo è il Protocollo nazionale per la vaccinazione dei dipendenti sul luogo di lavoro. Il secondo è il “Protocollo di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid negli ambienti di lavoro”, che aggiorna i precedenti accordi sulla salute e sicurezza. In pratica le nuove regole a cui attenersi azienda e lavoratore devono attenersi sul luogo di lavoro.

Per quanto riguarda l’aggiornamento del Protocollo sulla sicurezza sul luogo di lavoro (disponibile in questa pagina in formato integrale) si confermano le misure per contrastare il diffondersi del virus, dalle mascherine al distanziamento fino alla sanificazione periodica.

Nel documento inoltre, si raccomando dove possibile lo svolgimento del lavoro agile, ovvero il cosiddetto Smart Working, da parte dei datori di lavoro privati. Inoltre si raccomanda di limitare al minimo gli spostamenti nei luoghi comuni.

I lavoratori positivi oltre il ventunesimo giorno saranno riammessi al lavoro solo dopo la negativizzazione del tampone molecolare o antigenico.

Aggiornamento_Protocollo_generale_COVID_luoghi_lavoro_DEF

DiMarco Macri

Lavoro, negli ultimi 12 mesi persi 945mila posti

L’Istat ha rilasciato i numeri per quanto riguarda l’occupazione degli ultimi 12 mesi, e come prevedibile i dati sono piuttosto allarmanti.

A febbraio 2021 gli occupati erano 22.197.000, ovvero 945.000 in meno rispetto a febbraio 2020. La diminuzione coinvolge uomini e donne, dipendenti (590mila) e autonomi (355mila) e tutte le classi d’età. Il tasso di occupazione scende, in un anno, di 2,2 punti percentuali.

Il tasso di disoccupazione a febbraio diminuisce di 0,1 punti rispetto a gennaio e aumenta di 0,5 punti su febbraio 2020.

Il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni a febbraio era del 31,6% con un calo di 1,2 punti su gennaio e un aumento di 2,6 punti su febbraio 2020 prima dell’inizio delle restrizioni alle attività per prevenire il contagio da Covid.

DiMarco Macri

FILD-FEDERAZIONE ITALIANA LAVORATORI DIPENDENTI augura a tutti una buona Pasqua

Il Segretario e la segreteria della FILD-FEDERAZIONE ITALIANA LAVORATORI DIPENDENTI augura a tutti i suoi iscritti buona Pasqua. Che siano giorni felici e sereni, con la speranza di ritornare presto alla normalità.

DiMarco Macri

La FILD iscritta nel Registro dei rappresentanti di interessi presso la Camera dei Deputati

La FILD-FEDERAZIONE ITALIANA LAVORATI DIPENDENTI è lieta di annunciare che da oggi (31 marzo) potrà rappresentare gli interessi dei suoi associati e delle proprie Federazioni con proposte e facendo sentire la sua opinione nella Camera dei Deputati e nelle commissioni di pertinenza.

In cosa consisterà l’attività di rappresentanza della FILD?

L’attività di rappresentanza di interessi della Federazione Italiana Lavoratori Dipendenti verrà svolta nei confronti dei membri della Camera dei deputati presso le sue sedi rispettando i princìpi di pubblicità e di trasparenza.

Ai fini della presente disciplina, per attività di rappresentanza di interessi si intende ogni attività svolta nelle sedi della Camera dei deputati professionalmente dai soggetti attraverso proposte, richieste, suggerimenti, studi, ricerche, analisi e qualsiasi altra iniziativa o comunicazione orale e scritta, intesa a perseguire interessi leciti propri o di terzi nei confronti dei membri della Camera dei deputati.

IL SEGRETARIO GENERALE