Aumentano per il quarto mese consecutivo i prezzi al consumo in Italia. L’Istat nella stima definitiva indica un aumento per l’indice Nic dello 0,7% mensile e del 3% annuale (+2,9% la prima stima).

Erano diversi anni che non si registrava una tale crescita, più precisamente dal 2012 (+3,2%). L’ulteriore accelerazione, su base tendenziale, dell’inflazione è in larga parte dovuta ai prezzi degli energetici (da +20,2% di settembre a +24,9%) sia a quelli della componente regolamentata (da +34,3% a +42,3%) sia ai prezzi di quella non regolamentata (da +13,3% a +15,0%).

In aumento rispetto al mese di settembre anche i prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (da +2,0% a +2,4%). Diminuiscono, invece, per ragioni ascrivibili per lo più a fattori stagionali, i prezzi dei servizi relativi ai trasporti (-0,7%) e dei servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (-0,3%).

Open chat